Tecnologia free-form

Lov_cellore_67

Letteralmente “freeform” significa a forma libera, a struttura libera, non impostata.

Le lenti costruite con questa tecnica vengono create su misura,  non ricavandole da un utensile a struttura geometrica definita ma mediante la  lavorazione di una fresa che è libera di muoversi sulla superficie della lente,  creando le curvature corrispondenti alla ricetta e dando alla lente gli spessori e le dimensioni relative alla montatura scelta.

In una lente progressiva costruita con tecnologia freeform,  il canale di progressione è creato nella superficie interna della lente ed è quindi più vicino all’apice corneale con conseguente ampliamento del campo visivo. Nella lente progressiva freeform vengono appianate ed uniformate punto per punto le due differenti curvature della visione per lontano e di quella per vicino.

Affinché le aree della visione rispetto al lontano e al vicino si sviluppino in modo confortevole per il portatore, riducendo il più possibile gli sgradevoli astigmatismi laterali, è necessario un complesso programma di calcolo che ottimizzi ogni millesimo di millimetro della superficie interna della lente.

Questa complessa ottimizzazione, realizzata per minimizzare le aberrazioni ottiche, si basa sulla tecnologia di geometria ottica detta “Ray tracing” che segue il percorso fatta dalla luce  attraverso l’interazione con le superfici.

La lunghezza del “canale” di progressione e l’ampiezza delle zone del vicino e del lontano determinano la geometria della lente progressiva.

I  programmi di calcolo di cui LOV dispone permettono la costruzione di 13 differenti geometrie studiate in base all’utilizzo prevalente che ne farà il portatore.